19338 - BORGIA Alessandro (arcivescovo e principe di Fermo) - Omelie
A cura di Francesco Iavarone
Ultima modifica: 21/03/2010

Libri antichi

Clicca per tornare alla pagina precedente

Scheda descrittiva


Catalogo : int Codice Libro: 19338
Argomento : 1700 storie locali: fermo (AP) marche- religiosa- opere di valore tipografico

BORGIA Alessandro (arcivescovo e principe di Fermo)

Omelie
Dall'anno 1753 alla festa dell'assunta del 1758.

Fermo, Filippo e Fabio Maria Lanzaroni, 1759.
4° ant: pp. XX + CCXLVII. Legatura in mezza pelle (bazzana) coeva con punte. Dorso a sei scomparti divisi da filetti ornamentali in oro , titoli su tass. al II scomparto, piatti marmorizzati, piccola lesione al p. ant.,

Descrizione: bel frontespizio impresso a due colori in caratteri maiuscoli ed in caratteri tondi con stemma alle armi impresso al centro. Nitidi carateri tipografici di grosso corpo in corsivo per la dedicatoria, bei caratteri tondi di corpo 9 nelle pagg. di prefazione e di corpo 12-14 nel testo., opera stampata a larghi margini. Tagli in rosso. 20 finalini in nero alcuni di splendita fattura come l'angelo oppure l'ape. 1 testatina incisa su rame. 27 capilettera incisi su ame in doppio filetto con motivi di tipo floreale nel testo (cm. 4 x4) 1 di tipo mitologioco sempre in doppio filetto e delle stesse dimensioni ed uno sempre di cm. 4 x 4 senza filetti con inquadratatura in bella bilancia. Ad un raffronto con le segnature (*1-5 poi a1-4 fino a X1-4 poi Y1-3) opera è completa di tutte le carte che la compongono. Lieve piegatura alla pag. CXXXII, nel complesso esemplare in perfetto stato di conservazione. Stampa su carta di pregio (stoffata) ed ancora croccante. Opera a cura di Alessandro Borgia (Velletri 1682- Fermo 1764) discendente della celebre famiglia , fu biografo, importante storico e fecondo scrittore. (de Tipaldo volume III, Venezia, 1840). Raccolta di 28 omelie che trattano anche argomenti di storia locale, con notizie di restauri di monumenti (omelia II), storia longobarda di Fermo (om. III) origine ed uso delle campane (om. XII), Teodosio vescovo di Fermo e fondatore della basilica di S. Croce e del monastero (om. XIV). Varie notizie sulla storia medievale della città sono nelle om. XIX, XXI, XXIII e XXV. Opera di importanti stampatori fermani , difatti Filippo e Fabio Maria Lanzaroni operarono dal 1755 al 1787 nell città di Fermo , e sugl istessi vi sono numerose note a pag. 174 dell'opera Pugno- lo sviluppo della tipografia - il settecento.


€ 180,00

Clicca per tornare alla pagina precedente



Google
 
Web www.studioiavarone.it













































































Le statistiche del Sito sono a cura di PHP-STATS PRO 0.1.8
Traduzione in inglese a cura della Dott.ssa Agnese Rivieccio
Copyright © 2003 - 2010 Studio Bibliografico Iavarone - Webmaster FRIVA